Le famiglie olfattive spiegate da Loredana

Ringraziamo Loredana per le informazioni che ha voluto condividere con noi e per l’apprezzamento dei profumi della linea 2027 di Kirei!

LE FAMIGLIE OLFATTIVE Le famiglie olfattive si riferiscono ad una classificazione delle composizioni profumate. Riconoscere il carattere dominante in un profumo è una chiave di lettura per delinearne la tipologia ed il messaggio sensoriale voluto.

Le principali famiglie sono:

ESPERIDATA Femminile – Maschile Definita anche AGRUMATA, è la tipica fragranza fresca, frizzante data dagli agrumi mediterranei quali bergamotto, linone, arancia, pompelmo oppure più esotici quali lime, yuzu… Ispira purezza, freschezza, dinamismo, allegria. (ESEMPIO: EAU SAUVAGE di DIOR)

 

AROMATICA Maschile (ultimamente, per moda, si sta diffondendo anche nel femminile) Data dalle tipiche piante aromatiche del Mediterraneo quali lavanda, menta piperita, basilico, rosmarino, anice, ma anche the e the rosso, più molte altre ancora. Ispira freschezza, tono, vita sportiva e all’aria aperta. (ESEMPIO: ENGLISH LAVANDER di ATKINSONS)

 

FOUGÈRE Maschile “Tipica struttura” caratterizzata dall’accordo di lavanda, geranio, vetiver, muschio di quercia e fava tonka. È una denominazione di fantasia che non ha nulla a che vedere con l’odore della felce (= traduzione di fougère). Ispira un carattere virile e rassicurante, una forte personalità. (ESEMPIO: AZZARO POUR HOMME)

 

CHYPRE Femminile – Maschile “Struttura di base” di molti profumi (variata e ampliata dalla fantasia del profumiere) data da bergamotto, rosa, gelsomino, muschio di quercia, patchouli e labdano. Termine coniato dal “naso” Francois Coty per evocare l’isola di Cipro, tipica  meta vacanziera dell’alta società. Ispira il viaggio senza tempo (ESEMPIO: FOR HER di NARCISO RODRIGUEZ )

 

LEGNOSA Femminile – Maschile Contiene una forte presenza di legni secchi: cedro e vetiver, o morbidi: sandalo e legni ambrati. Si arricchisce di continuo con inserimento di legni esotici o prodotti di sintesi. Al femminile, miscelati a note fiorite, donano fragranze originali e raffinate. Al maschile sono la “colonna vertebrale” attorno a cui si sviluppa la fragranza. Ispira calore, carattere, ampiezza, sensualità. (ESEMPIO: FAHRENHEIT di DIOR – DECLARATION di CARTIER)

 

ORIENTALE Femminile – Maschile Data dalla presenza di patchouli, vaniglia e spezie (soprattutto cannella) Presenta moltissime sfumature a seconda degli abbinamenti nella composizione: dalla versione più muschiata, a quella floreale a quella più gourmand. Ispira mondi lontani, sensualità, calore, fascino e mistero. (ESEMPIO: OPIUM di YSL)

  

FIORITA Femminile Definita anche FLOREALE, è la fragranza femminile per eccellenza. Utilizza la vasta gamma di fiori in natura: rosa, gelsomino, viola, mughetto, tuberosa, gardenia, lillà, giglio, neroli… Ispira purezza, freschezza, eleganza, femminilità, classe, raffinatezza, candore, sensualità e molto altro. (ESEMPIO: CHLOE)

One thought on “Le famiglie olfattive spiegate da Loredana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *